La geografia italiana ha luoghi sorprendenti, e al di là di Venezia, Napoli, Roma, Pisa, Milano o Firenze, l’Italia è un paese che nasconde veri e propri tesori, città e città sconosciute con lo stesso fascino di cui sopra. In realtà, ce ne sono così tanti che potrebbero entrare in questa lista che potremmo anche fare una seconda e una terza parte, e anche così saremmo molto bassi. In ogni caso, ci limiteremo a quattro indispensabili, in base alla loro cultura, alla loro gastronomia e, naturalmente, alla loro bellezza.

Alberobello

Alberobello

Uno dei grandi tesori è questa città in provincia di Bari, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, nota per i suoi trulli -speciali case circolari in pietra a secco con tetti a forma di cono costruiti fin dal XVI secolo- il suo vino giovane e l’olio d’oliva.

Burano

Burano

Un villaggio nascosto a Venezia, ovvero un’isola che si collega con Venezia in vaporetto e permette di allontanarsi dal centro turistico della città senza perderne l’essenza. Il suo fascino principale, oltre che nei canali, è nell’architettura colorata e nelle facciate.

Cefalù

Cefalù

Una perla della costa siciliana è questa città di origine arabo-normanna, con spiagge imponenti e una montagna che domina tutto il paese. Da non perdere una visita al Duomo di Cefalù (chiesa normanna), dichiarato patrimonio mondiale dell’Unesco e unico in Sicilia.