Lastminute, uno dei portali turistici più conosciuti e utilizzati al mondo, ha condotto un’indagine per conoscere le preferenze enologiche dei suoi utenti e l’Italia è stata scelta come migliore regione vinicola del mondo.

Tra i criteri basati sui vini disponibili, le visite aperte ai vigneti, le offerte di degustazione e, naturalmente, il fattore qualità/prezzo. L’Italia ha ottenuto il primo posto su un totale di 30 paesi, alcuni con la stessa tradizione di Francia e Spagna (rispettivamente secondo e terzo posto). Quest’ultimo ha segnato la differenza con la Francia, in quanto il prezzo medio del vino italiano è leggermente inferiore a quello francese, che è di 4,80 euro per bottiglia, contro i 5,80 euro dell’offerta francese.

Alcune delle regioni più importanti

Abalizo: Regione vitivinicola che coltiva più di 50.000 ettari e che ha nel Montepulciano d’Abruzzo il suo autentico marchio della casa.

Liguria: Più di 10.000 ettari di vigneti garantiscono questa regione costiera.

Lombardia: Nella varietà è il gusto, e in questa regione ci sono da scegliere tra rosso, bianco e spumante.

Piemonte: Una delle regioni più conosciute d’Italia, con vini leggeri come il dolcetto con spumanti di alta qualità.

Toscana: un territorio già conosciuto nel Rinascimento ha innumerevoli varietà ed è simbolo del vino rosso in Italia.

Trentino-Alto Adige: Regione a clima freddo che produce interessanti vini rossi, oltre che bianchi freschi.

Valle de Aosta: regione a clima alpino continentale.